Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Se vuoi saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy .

Banner homepage

La commedia delle donne
testo e regia di Bruna Braidotti
con: Bruna Braidotti e Bianca Manzari
costumi: Daniela Di Biase


Isa e Bea, attrici per sopravvivenza e per arte, cercano di conciliare la loro vita quotidiana con il lavoro, districandosi fra impegni famigliari e lavoro scenico. Il loro repertorio attinge alla Commedia dell’arte e alle commedie di Carlo Goldoni, che rappresentano continuamente, interpretando anche tutti i personaggi, per risparmiare sui costi.
Le storie personali delle due, si rivelano nei fuori scena o dietro le quinte ma anche in scena: le vicende delle protagoniste della Casanova di Goldoni si intrecciano con quelle delle due donne dei giorni nostri creando un canovaccio femminile originale da cui emergono i nodi rispetto al desiderio di maternità, alla rivalità femminile e alle contraddizioni che in Italia vive chi vuole vivere di teatro.
Le acrobazie della vita si riflettono sulla scena dove le attrici cambiano in continuazione personaggio creando situazioni di volta in volta comiche, surreali, poetiche e anche di equilibrismo virtuoso.
Va in scena la commedia delle donne in un mondo che non è registrato sulla loro indole, un mondo sfasato, che sono costrette a seguire comunque in modo inconsulto. Ma è una commedia, il lieto fine è più una convinzione che una speranza per Isa e Bea che finalmente, quando è calato il sipario, progettano insieme il prossimo canovaccio studiato a misura per loro.

lacommedia
Recensione Debutto

IL GAZZETTINO – Lunedì 23 maggio 2011
LE DONNE ALLA PROVA DELLA COMMEDIA
SESTO AL REGHENA - Debutto pienamente riuscito per lo spettacolo “La commedia delle donne” , portato sulle scene dalla “Compagnia di Arti e Mestieri” di Pordenone all’auditorium Burovich di Sesto al Reghena. La commedia, scritta e interpretata d Bruna Braidotti, racconta la storia di Isa (Bianca Manzari) e Bea (la stessa Braidotti), due attrici alle prese con l’allestimento dell’opera “La Casanova” di Goldoni: tra litigi, piccole ripicche, imprevisti familiari e mancanza di altri interpreti, la realizzazione del progetto risulta alquanto ardua e decisamente fallimentare nel momento in cui viene presentata a un pubblico di giovani studenti. Per questo motivo, la fiducia nelle proprie capacità comincia a vacillare e l’ennesimo scontro sembra portare le due donne alla rottura definitiva: grazie però alla capacità tutta femminile di capirsi e perdonarsi, l’ingegno e il talento emergeranno, portando scrosci di applausi alla performance finalmente riuscita. Molto buona l’interpretazione da entrambi le attrici che hanno saputo rappresentare il modo femminile con le sfaccettature che lo contraddistinguono: se da un lato infatti è stata ben evidenziata la tenacia e la costanza nel cercare la propria realizzazione nonostante il doversi districare tra i mille impegni che la vita richiede, da un altro lato non è mancata la capacità delle due interpreti di portare in scena anche quei difetti che fanno parte dell’essere donna caratterizzati, a esempio, dall’incapacità a volte di superare le piccole ingiustizie e ripicche che fanno parte della vita.
Clarissa Loreti