Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Se vuoi saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy .


privacy - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Racconti del Tagliamento
con Bruna Braidotti e Claudio Mariotti
musicisti Didier Ortolan e Romano Todesco
Regia Bruna Braidotti
Ricerche Bruna Braidotti e Giulio Ferretti


Una narratrice, l’abitante del fiume, aiutata da un giovane e "due angeli custodi musicisti", racconta storie antiche e moderne, di pesca, di fate, di vita sui fiumi in un tempo in cui i fiumi erano popolati da pescatori, navigatori, lavandaie ed erano fonte inesauribile di vita.

Le storie raccontate sono elaborazioni ironiche e poetiche della storia di Santa Sabida e della vita del Tagliamento dalle sorgenti alla foce, includendovi racconti di pesca, di guado, di navigazione, di attività svolte sulle rive, dei traghettatori, di briganti, di donne, di interventi dell’uomo con dighe sbarramenti, deviazioni, porti e ponti. Si intrecciano storie comiche e tragiche ma anche fantastiche come quelle delle sirene d’acqua dolce, presenza costante ed inquietante dello spettacolo, per ricordare il mondo magico e sacro della natura.
La narratrice, raccontando le storie, per non dimenticare e fare del racconto fonte di vita, come Sherazade della "Mille e una notte", dipana i fili delle vicende intrecciate componendole in un unico racconto.

Versioni dello spettacolo
ALL’APERTO
La struttura dell’evento teatrale sul greto o sulle rive del fiume o prevede un percorso da seguire con tappe dove avvengono le narrazioni e le situazioni sceniche. Due musicisti accompagnano il pubblico. Il luogo sarà allestito scenograficamente con imbarcazioni ed oggetti di vita fluviale, luci e fiaccole.

IN TEATRO O IN UN LUOGO CHIUSO
Nella hall del teatro la guida con i due musicisti guiderà il pubblico in sala dove si svolgerà il "rito". Sulla scena si ricrea con le luci l’atmosfera magica del fiume.